15 artisti e designer
in mostra


15 artisti e designer emergenti che metteranno in mostra le loro creazioni, che potranno anche essere acquistate. Di seguito il programma della manifestazione

Esposizione e vendita a Bologna, con laboratorio aperto al pubblco

Tecnologie, arredo, abbigliamento, prodotti ecologici, novità e prototipi

COS'È | DOV'È | LAVORA CON NOI | CONTATTI | HOME
Temporary Store permanente su nuovi trend, progetti sostenibili e innovazione...

Fare un oggetto unico richiede immaginazione, creatività, sana pazzia. Acquistare un oggetto unico richiedeimmaginazione, creatività, voglia di sana pazzia. Acquistare un oggetto unico dalle mani di chi lo ha fatto è un privilegio.
                                                 

Unique Design

Unique Design nasce dalla necessità di un gruppo di artigiani bolognesi di creare un collettivo dove far confluire idee, progetti e creatività. Unique Design si propone come contenitore dove artigianato e ricerca, autoproduzione e design convivono in personalità eterogenee, ma unite da filosofie produttive e progettuali ad approccio ‘slow’, che privilegiano l’esclusività e il dettaglio, l’abilità sartoriale e la personalizzazione, da cui nascono abiti, accessori e oggetti, in edizioni limitate e pezzi unici.

Prodotti curati in ogni dettaglio e in ogni fase di produzione, accomunati da un alto grado di ricerca estetico - formale, dalla sperimentazione dei materiali e dalla rivisitazione innovativa di antiche tecniche tradizionali.


 

martedì 29 settembre 18.30

Inaugurazione con presentazione del gruppo dei designers Unique Design
mercoledì 30 settembre
La fortuna di essere donna

incontro dalle 18.30 con
Maria Grazia Preda
Collage Vintage,


Carlotta Fiorini
AniMANIli

 

Meike Everaarts
Meike Everaarts
Accessories


Marco Ferriani

Marco Ferriani

"Il Borsaiolo"

Degustazioni offerte da
La Casa del pane
( San Felice sul Panaro)

giovedì 1 ottobre
Racconti a colori

incontro dalle 18.30 con
Susanna Marabini - Caccia Grossa

Anna Grandi - Pl2a1design

Brunella Tegas
i Quadritos di Brunella Tegas

Denise Ciccardi
Grim&Marius

venerdì 2 ottobre
Sensazioni materiche
incontro dalle 18.30 con
Andrea Sancini
Sancini laboratorio orafo

Dario Quintavalle
Rub&Dub

Mara Garbin
Mara Garbin Jewels

Degustazioni offerte da
sabato 3 ottobre
Metamorfosi creative

incontro con dalle 18.30
Carmela Lacerenza Camera Creativa

Sara Trentini
Miss Lamparita

 

Marina Piazza- Messie

 

Chiara Gennari

Up Cycle Project

Degustazioni offerte da

Meike Everaarts
L'importanza del dettaglio…Meike Everaarts concepisce la sua idea di moda partendo dai colletti. Storicamente il colletto diceva tutto su chi li indossava: chi si era, di quale classe sociale e che lavoro svolgeva. Aggiungere quindi un colletto è di forte impatto e può cambiare un look intero. Tutte le sue creazioni vengono realizzate con tessuti che vanno contro lo spreco, come campioni e scarti delle aziende di moda usati per pezzi unici.
http://www.meikeeveraarts.com/

 

 

Maria Grazia Preda – Vintage Collage
I Collage Vintage nascono dal recupero creativo di pagine di riviste degli anni cinquanta, un’epoca d’oro per la pubblicità, la grafica e la moda. L’intento è di interpretare in chiave contemporanea i soggetti dell’epoca, con un approccio giocoso ed ironico. Il tentativo è di valorizzare il linguaggio innocente dell’epoca, pieno di segni esclamativi e di suggestioni su una vita idealmente perfetta che si affacciava all’orizzonte. Nei Collage ciò che viene risaltato è un mix di positività, sorriso, ottimismo e voglia di rinascere tipica del dopoguerra, e la spinta vertiginosa verso un domani tutto da costruire. Ogni Collage è unico
http://www.collagevintage.it/

 

 

Anna Grandi – Pl2a1design
Pl2a1design è un progetto nato dall’amore per il design, il vintage, i tessuti e per gli oggetti di arredo.
Ma soprattutto per ciò che è unico, che ha una storia da raccontare. E cosi vecchie e polverose poltrone riprendono vita e anima con tessuti originali scelti uno ad uno e mai uguali uno all’altro. Ogni seduta ha il suo tessuto, quello creato apposta per lei, realizzato da designer indipendenti che creano per noi la texture che riteniamo più opportuna e che viene stampata solo nel quantitativo necessario per far si che il pezzo rimanga unico.Una seconda possibilità non si nega a nessuno!
https://www.facebook.com/PL2a1design

 

 

Marco Ferriani Borse
Ogni materiale aspetta solo di esser capito e valorizzato; ogni materia può esserci vicina e regalarci emozioni. Solo la luce può far di loro ciò che vuole. A noi rispettarle entrambe. Oggetti di pelletteria per donna e uomo interamente ideati e costruiti a mano a Bologna, in via Saragozza 219/AB da Marco Ferriani "Il Borsaiolo", ad un passo dal Meloncello, sotto i bei portici della Saragozza fuori porta. Qualità e creatività, follia, ironia e tradizione. Ricerca ed offerta di materiali e colori che il cliente può divertirsi a scegliere partecipando con la propria personalizzazione.

L'offerta è allargata anche al meraviglioso mondo dei materiali pregiati. Marco Ferriani,"Il Borsaiolo"
http://www.marcoferrianiborse.net/

 

Dario Quintavalle – Rub&Dub
Rub&Dub è uno studio di design co-fondato negli anni 80 da Dario Quintavalle che realizza cappelli su richiesta per privati ed il mondo dello spettacolo, formati a mano su forme in legno utilizzando materiali quali paglia e feltro, oppure in tessuto. Leggere sculture come copricapo, i cappelli risultano più 'morbidi' rispetto a quelli industriali, che utilizzano materiali meno pregiati e collanti. Indossati, non rimangono un oggetto estraneo ma si adattano alla persona ed esprimono in quell'attimo lo stato d'animo di chi li indossa. Fare un cappello su misura per una persona è un’esperienza particolare, perché il cappello è un oggetto carico di significati, che attiva un diverso modo di essere.
http://www.rubdub.it/

 

 

 

Susanna Marabini – Caccia Grossa
Caccia Grossa produce, interamente a mano con la tecnica della cartapesta giapponese, trofei animali usando vecchie edizioni di fumetti: Diabolik, Topolino, Valentina, Fantastici 4, Strumtruppen, Alan Ford, Dylan Dog; vecchi libri scolastici in lingua italiana, inglese, francese; riviste e quotidiani italiani ed esteri, carte colorate varie; non solo di cartapesta ma anche trofei realizzati con rete da pollaio, sagomate e caratterizzate grazie all'uso di filati vari: lana, cotone, rafia, tulle, tutte queste componenti danno vita a trofei colorati, divertenti, con varianti infinite e unici.
http://www.cacciagrossa.eu/

 

Chiara Gennari – Up-cycle-Project
Up-Cycle-Project nasce dall' amore per il vintage, il riciclo e il design...da questo connubio prendono vita mobili nuovi, divertenti...in grado di entrare nelle vostre case mescolandosi con qualsiasi stile,e diventando di uso quotidiano.
http://up-cycle-project.blogspot.it

 

 

Carlotta Fiorini e Serena Balbo – AniMANIli
Dalla collaborazione tra la designer Carlotta Fiorini e l'artista Serena Balbo, nasce la linea aniMANIli, perfetta sintesi tra ricerca, personalizzazione e unicità. aniMANIli crede che sia possibile creare una moda etica scegliendo una produzione a basso impatto ambientale, preferendo materiali organici e attuando una accurata selezione di materiali di recupero di alta qualità Produzione consapevole nel rispetto di Persone, Animali, Natura 
http://www.animanili.it/

 

 

Denise Ciccardi – Grim&Marius
I lampadari Grim&Marius nascono da esplosioni di colori, unioni di materiali diversi e il messaggio che vogliono lanciare non è certo legato al concetto di “compostezza” e “austerità”!! Il progetto nasce dalla riscoperta di gocce di ceramica prodotte negli anni 70 dal nonno di Denise, pittore e ceramista, e dimenticate per circa quarant’anni. Il lavoro parte con il recupero di vecchi lampadari e chandeliers che vengono completamente spogliati di tutti i cristalli, rinnovati negli impianti elettrici e poi dipinti e infine decorati.
www.grimandmarius.com

 

Sara Trentini – Miss Lamparita
MISS LAMPARITA è un progetto fatto di un papà e di una figlia con impieghi tutt’altro che creativi, poco tempo e una cantina. A ciò occorre unire l’amore della figlia per la ruggine, per i colori demodè e le cose vecchie e quello del papà per lo smontaggio, l’assemblaggio e per la figlia, che cerca sempre di accontentare. Hanno cominciato a fare lampade assieme due anni fa, per gioco e, anche dopo un buon centinaio di realizzazioni, resta un gioco tutt’ora: quello di reinventare una nuova funzione per gli oggetti di uso comune e più precisamente...trovare dove collocare la lampadina!!
www.misslamparita.com

 

 

Andrea Sancini orafo
Tra sogno e realtà…confine di nascita delle idee. 
Dare forma ai sentimenti, cogliere l’attimo e riversarlo nel mondo è il mestiere del creativo.
Andrea Sancini supera questo limite riuscendo ad interpretare anche il sogno di altri, a visualizzarlo modellandone le sensazioni.
www.andreasancini.com/

 

 Camera Creativa di Carmela Lacerenza
Camera Creativa nasce dalla voglia di trasformare materiali usurati e riciclati, colorandoli e rivisitandoli, per dar loro una nuova vita e un senso. Gli accessori (collane, orecchini, bracciali e cinture) sono realizzati con le camere d’aria riciclate, la gomma come materia prima è scelta per le sue caratteristiche: leggerezza e morbidezza rendono alla vista e al tatto il materiale simile alla pelle; la versatilità del colore nero dona all’accessorio una leggera aria di malinconia vittoriana.Le camere d’aria vengono interpretate come stoffa in un atelier di “Haute Couture” disegnando e tagliando manualmente ogni singolo elemento.
www.camera-creativa.com

 

 

Mara Garbin

Titolo collezione: “Nero come...”

Mara Garbin realizza gioielli di ricerca privilegiando per la loro creazione materiali poveri o alternativi a quelli preziosi. Oggetti trovati o materiali collezionati e decontestualizzati dal loro ambiente abituale, affascinano a designer che li seleziona e li assembla mettendoli al centro dell' attenzione in un gioco concettuale, dove il monile stesso diventa racconto della materia. I gioielli della collezione Nero come... nascono dalla ricerca sul colore nero e le sue metafore. Sono concepiti come una sorta di reliquiari, dove il frammento di materiale nero viene esposto, contemplato, enfatizzandone la simbologia.

Nero come il carbone, come la pece, come l'nchiostro, come l' ebano, sono solo alcuni modi di dire che accompagnano questo colore che fin da bambini entra nel nostro immaginario come

metafora; ne sono alcuni esempi l' uomo nero, o Biancaneve che viene descritta con i capelli neri

come l' ebano.

www.maragarbin.com

 

 

I Quadritos di Brunella Tegas
Il progetto dei Quadritos prende vita durante un viaggio in Messico e l’eco centroamericana emerge non solo nel nome ma anche nell’estetica che li contraddistingue.
In questi piccoli altari pagani, in un libero rapporto con la morte, viene perpetuato il ricordo di uomini e donne la cui vita è stata importante; personaggi pubblici e non  che si fanno rappresentazione delle passioni umane in una sorta di condivisione. I personaggi che popolano ed animano i Quadritos vengono inseriti dopo un’attenta ricerca delle loro vite, non pubbliche ma private. La scelta avviene sia attraverso una personale ricerca che attraverso l’incontro e l’ascolto delle persone che man mano ne vengono in contatto. In questi piccoli contenitori colorati prendono forma suggestivi microcosmi: in una sorta di wunderkammer moderna non più oggetti straordinari ma individui, dalle vite straordinarie, che ognuno di noi può rincontrare, scoprire, ricordare come persone amate.
http://www.brunellategas.com/

 

Martina Piazza – Messie
Messie plasma materiali di scarto e li trasforma in accessori e oggetti belli e utili. Messie trae il nome dalla sindrome di messie, una patologia che porta le persone a non buttare via nulla. In maniera quasi provocatoria, dietro l’idea del brand, si nasconde un mondo che tenta di capovolgere le normali logiche di consumo e di valori a cui la nostra cultura ci ha abituati.Messie nasce nel preciso istante in cui il pazzo diventa sano e il sano diventa folle. . Messie non ricicla, ma tenta di riutilizzare ciò di cui non riesce a liberarsi. La sfida è ovviamente quella di riuscire a recuperare tutto, anche ciò che è immondo, e va di pari passo con un particolare concetto di design, che diventa, quasi per deformazione professionale della stilista-semiologa, de-sign cioè del-segno, a voler sottolineare il fatto che, in fondo, qualsiasi cosa è segno, cioè “un qualcosa che sta per qualcos'altro, a qualcuno, in qualche modo”.
http://www.messiedesign.com/